WEF: ecco la mappa del rischio globale per il 2013

Scritto da: -

Ecco la mappa dei rischi più importanti che corre il pianeta nel 2013, dal World Economic Forum.

crisifmi.png

Vi segnalo un’interessante applicazione messa online dal World Economic Forum. Non tutto è male ciò che arriva da queste grandi agenzie internazionali (beh, quasi tutto), e questa è appunto un’eccezione.

Si tratta di una mappa che focalizza i principali rischi globali per il 2013. Suddivisa tra l’altro per tipo di rischio, per macroregione, per stakeholders, si può interagire ed andare alla scoperta di cosa ci aspetta nell’anno nuovo secondo il WEF.

Utilizzando le categorie di rischio, ecco cosa appare in alto nel grafico, ovvero al primo posto come probabilità: Major sistemic financial failure, ovvero Importante fallimento finanziario sistemico. Non una robina da nulla, evidentemente siamo ancora sull’orlo del famoso baratro globale, in particolare in Europa. Anche nelle posizioni successive brillano i rischi finanziari, come Cronici squilibri fiscali ed Estrema volatilità nei prezzi dell’agricoltura e dell’energia.

Ma il problema finanziario va di pari passo con quello ambientale, ed ecco infatti i pallini verdi subito accanto: Fallimento dell’adattamento al cambiamento climatico e Crescita delle emissioni di gas serra. Da non sottovalutare, poi, la Crisi dell’approvvigionamento di acqua più sentita in Sudamerica e Asia e la Crisi per la carenza di generi alimentari.

Insomma un Economic Forum, per quest’anno, piuttosto catastrofista.

Segui Crisis su Facebook

Seguimi su Twitter

LINK UTILI

“La pacchia è finita” dice il FMI

Un’altra riserva infinita, ma stavolta è acqua

Crisi alimentare, ecco chi ci rimette

Vota l'articolo:
3.91 su 5.00 basato su 53 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su WEF: ecco la mappa del rischio globale per il 2013

    Posted by:

    \"Insomma un Economic Forum, per quest\'anno, piuttosto catastrofista.\"E quindi viene comodo agli spacciatori di fuffa e ai venditori di ansia, che come sappiamo, è la leva principale di controllo del potere.Basta dire cazzate:http://www.youtube.com/watch?v=Xcm9qsVaf0o&list=UUTiL1q9YbrVam5nP2xzFTWQ&index=9http://thenewamerican.com/tech/environment/item/14172-was-2012-the-hottest-year?-alarmists-blowing-hot-air-again...e non avevo ancora visto l\'apice della cazzata! :\'DSentite qua il WEF:\"In the World Economic Forum’s annual Global Risks report, the world is being warned that a “rogue nation” or individual could “hijack” global climate change for nefarious purposes. The report mentions several possible scenario’s, or X-factors, which could occur in the coming year, among which (page 57) a geoengineering nightmare, according to the report, Report: Rogue Nation Could “Hijack” Globalist Patented Geo Engineering Schemes “in which a country or small group of countries precipitates an international crisis by moving ahead with deployment or large-scale research independent of the global community. The global climate could, in effect, be hijacked by a rogue country or even a wealthy individual, with unpredict­able costs to.\"AIUTO, AIUTO, GLI ISLAMOFASCISTI TERRORISTI CLIMATICI!!! :\'DMa si può dar retta a simili idiozie??Vabbè, abbiamo capito: il monopolio del clima globale come ARMA TERRORISTICA deve rimanere nelle saldi mani dei SOLITI... Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Crisis.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano